Chi cerca un diritto trova un tesoro

Percorso dedicato alle bambine/i e ragazze/i che partecipano all’iniziativa di Scuola Natura

30° Anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell‘Infanzia e dell’Adolescenza

In occasione del 30° Anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza le Case Vacanza del Comune di Milano promuovono l’iniziativa Chi cerca un diritto, trova un tesoro

Una proposta di attività dedicata alla scoperta dei diritti che vedrà coinvolte alcune classi partecipanti a Scuola Natura e che si concluderà a Milano, nella settimana dedicata ai Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, presso le scuole che hanno partecipato al progetto.

Chi cerca un diritto trova un tesoro
Percorso dedicato alle bambine/i e ragazze/i che partecipano all’iniziativa di Scuola Natura

Cos’è un diritto? Ci sono diritti specifici per i bambini?

Grande Caccia al tesoro presso le Case Vacanza di Andora, Ghiffa, Pietra Ligure, Vacciago e Zambla Alta per esplorare il mondo dei diritti. Ogni Casa Vacanza esplorerà un diritto tratto dalla Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Andora: art. 22 Se sei un rifugiato (cioè se devi lasciare la tua nazione perché viverci sarebbe pericoloso per te) hai il diritto di essere protetto e aiutato in modo speciale

Ghiffa: art. 7 Hai il diritto di avere un nome, e al momento della tua nascita, il tuo nome, quello dei tuoi genitori e la tua data di nascita dovrebbero venire scritti. Hai il diritto ad avere una nazionalità e il diritto di conoscere i tuoi genitori e venire accolto da loro

Pietra Ligure: art. 13 Il fanciullo ha diritto alla libertà di espressione. Questo diritto comprende la libertà di ricercare, di ricevere e di divulgare informazioni ed idee di ogni specie, indipendentemente dalle frontiere, sotto forma orale, scritta, stampata o artistica, o con ogni altro mezzo a scelta del fanciullo

Vacciago: art. 29 Il diritto del fanciullo all’educazione (istruzione) che deve tendere a sviluppare la personalità del fanciullo nonché dello sviluppo delle facoltà mentali e fisiche, in tutta la loro potenzialità

Zambla Alta: art. 31 Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il Diritto al riposo e allo svago, a dedicarsi al Gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica; gli Stati parti devono rispettare e promuovere il diritto del fanciullo a partecipare pienamente alla vita culturale ed artistica e incoraggiano l’organizzazione di adeguate attività di natura ricreativa, artistica e culturale in condizioni di uguaglianza