Slow Food e l’Università di Scienze Gastronomiche

Le vie del gusto e della biodiversità

Educational rivolto a dirigenti scolastici, insegnanti ed educatori delle Scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di Primo grado di Milano.

EVENTO A NUMERO CHIUSO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Incontro a Pollenzo (CN) con Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, organizzazione internazionale no profit, che lavora per promuovere cibo di qualità prodotto e distribuito in maniera sostenibile per l’ambiente. Visita all’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche.

Nell’ambito delle attività del progetto Scuola Natura, le Case Vacanza del Comune di Milano organizzano una giornata per approfondire e condividere valori e significati del cibo nella vita dell’uomo, nel rispetto dell’ambiente e delle identità dei popoli. Un’opportunità per parlare di educazione alimentare e biodiversità a chi insegna alle nuove generazioni. Un’esperienza che vuole offrire ai partecipanti la possibilità di conoscere un luogo di eccellenza che condivide con il Progetto Scuola Natura la valorizzazione dell’ambiente e dei territori, la generatività dell’incontro con la differenza, un metodo di conoscenza che privilegia innovazione e sperimentazione.

24 | 3 | 2018

POLLENZO

ORGANIZZAZIONE &
ISCRIZIONE ON LINE

Lectio Magistralis di Carlin Petrini

Carlo Petrini è un gastronomo, sociologo, scrittore e attivista italiano, fondatore dell’associazione Slow Food.

È ideatore di importanti manifestazioni come Cheese, il Salone del Gusto di Torino e Terra Madre, giunta alla 12^ edizione. Ha collaborato tra le altre testate con l’Unità e La Stampa; dal 2007 pubblica su Repubblica. Nel 2008 il quotidiano inglese Guardian lo posiziona tra le 50 persone che potrebbero salvare il pianeta.

Nata e promossa nel 2004 dall’associazione internazionale Slow Food è un’Università legalmente riconosciuta dallo stato italiano.

L’ateneo forma i gastronomi, nuove figure professionali che hanno conoscenze e competenze

trans-disciplinari nell’ambito delle scienze, cultura, politica, economia ed ecologia del cibo e operano indirizzandone la produzione, la distribuzione e il consumo verso scelte sostenibili.

Nella sua ultradecennale attività, l’ateneo ha accresciuto costantemente i suoi corsi di studio giungendo a proporre un’offerta didattica completa e unica nel suo genere in Italia e all’estero, affermandosi come un’istituzione dinamica, flessibile e di impronta fortemente internazionale. La peculiarità dei suoi corsi attrae studenti da decine di paesi diversi, interessati all’originale progetto formativo che coniuga studio e pratica, libri e testimonianze di vita, scienza, cultura manageriale, sapere artigiano e contadino, oltre all’esperienza dei viaggi didattici che favoriscono l’incontro con chi produce, le aziende

dell’agro-alimentare, i territori di ogni regione del pianeta e le culture tradizionali.

www.unisg.it

A partire dal 1835, sull’area della città romana Pollentia, per volontà di Carlo Alberto nasce una Tenuta Reale di Casa Savoia.

A fine degli anni novanta su iniziativa di Slow Food prende vita il progetto di recupero del grande complesso in cui oggi si trovano l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, la Banca del Vino, l’Albergo dell’Agenzia.  Il complesso carloalbertino di Pollenzo è un sito iscritto al Patrimonio Mondiale Unesco Residenze Sabaude.

La Banca del Vino

Nasce da un’idea avanzata da Carlo Petrini alla fine degli anni novanta allo scopo di costruire la memoria storica del vino italiano, selezionando, stoccando e conservando, i migliori vini della penisola. E’ strutturata come un museo per promuovere la cultura e il patrimonio enologico della nostra penisola.

Aspetti organizzativi & Iscrizione on line

L’evento organizzato con posti limitati

La partecipazione si intende gratuita e a carico del Comune di Milano compreso il trasferimento andata e ritorno previsto in pullman GT. Successivamente all’iscrizione on line tramite form, sarà cura dell’organizzazione inviare i dettagli della partenza tramite specifica comunicazione mail.