Zambla Alta Territorio & Ambiente

ORIENTEERING

Presentazione dell'attività

L’orienteering, noto anche come “sport dei boschi” in virtù del luogo che meglio si presta alla sua pratica, consiste nell’effettuare un percorso predefinito con l’ausilio esclusivo di una bussola e di una mappa topografica, arricchita di dettagli, allo scopo di raggiungere una meta predefinita. I ragazzi, dopo aver appreso le nozioni fondamentali dell’orientamento, ricevono una bussola e una mappa e, divisi in piccoli gruppi, escono con l’educatore per effettuare un percorso nel bosco

 


Svolgimento dell'attività

La classe viene divisa in squadre da 4 o 5 ragazzi. Ciascuna squadra, accompagnata dall’educatore, svolge il percorso precedentemente preparato. Lungo il percorso sono collocati punti di controllo chiamati “lanterne”, che danno informazioni utili a verificare la corretta attuazione del percorso e quindi le proprie capacità di orientamento, ma anche l’efficacia del lavoro in squadra.

 


Modalità di rielaborazione dell'esperienza

Gli obiettivi dell’orienteering sono la comprensione e la corretta lettura degli strumenti scientifici e delle carte topografiche per raggiungere la meta. Gli educatori controllano la corretta punzonatura del percorso assegnando alle varie squadre un punteggio che tiene conto del tempo impiegato. Al rientro in Casa Vacanza i ragazzi avranno la possibilità di rielaborare le nozioni apprese confrontandosi assieme sull’esperienza vissuta.

Unità di Apprendimento


LO SPAZIO E IL TEMPO

Spazi e Luoghi

Interno Casa Vacanza; esterno

Durata dell'attività

180 minuti circa

Collocazione nella giornata

Mattina o pomeriggio

Materiali

Bussola, mappa, lanterna, carta, punzonatrici, forbici foglio gara (turnazione)